Archivio

Posts Tagged ‘Tecnica’

Ph.AQ: Diffrazione e Megapixel

febbraio 15, 2010 Lascia un commento

Innanzitutto chiariamo cosa sia: il fenomeno della diffrazione consiste in una dispersione di un’onda che avviene quando essa attraversa un’ostacolo, come una strozzatura o un cambio di materiale. Ad esempio l’arcobaleno è dovuto raggi solari che vengono deflessi a causa delle gocce d’acqua piovana a diversi angoli a seconda della lunghezza d’onda, formando la familiare sequenza di colori, e per lo stesso si osserva l’arcobaleno che riflettono i CD se messi in controluce. Non solo la luce subisce questo effetto, qualsiasi onda comprese le onde del mare o quelle sonore.

Innanzitutto chiariamo cosa sia: il fenomeno della diffrazione consiste in una dispersione di un’onda che avviene quando essa attraversa un’ostacolo, come una strozzatura o un cambio di materiale. Ad esempio l’arcobaleno è dovuto raggi solari che vengono deflessi a causa delle gocce d’acqua piovana a diversi angoli a seconda della lunghezza d’onda, formando la familiare sequenza di colori, e per lo stesso si osserva l’arcobaleno che riflettono i CD se messi in controluce. Non solo la luce subisce questo effetto, qualsiasi onda comprese le onde del mare o quelle sonore.

Continua su phme.it…

Annunci

Decadimento Alfa: fra scienza e tecnologia.

dicembre 5, 2009 2 commenti

Un particolare rilevatore di particelle Alfa, utilizzato per...

Dopo tanto parlare di astrofisica passo al mio vero ambito di competenza: la fisica nucleare.

La radioattività α è stata la prima ad evendenziare le prorietà del nucleo atomico. Fu scoperta da Henri Becquerel nel 1896 quando si accorse che dei sali d’Uranio impressionavano le lastre fotografiche ancora sigillate. Studiando il fenomeno fu possibile dedurre la struttura dell’atomo (grazie agli esperimenti di Rutherford) formato da un mare di elettroni orbitanti attorno a un nucleo centrale; le particelle alfa, grazie alla loro alta energia rispetto agli strumenti disponibili all’epoca (si tratta dei primi del ‘900) permettevano di sondare nel profondo la struttura della materia oltrepassando quel mare di elettroni che crea una nebbia, fino ad allora impenetrabile, che rende complicato intravedere il nucleo.

Leggi tutto…

Il mistero dei fattori di Crop

novembre 22, 2009 Lascia un commento

Eccoci arrivati al primo post FAQ di questo blog, ovvero un post scaturito a seguito di domande che frequentemente trovo nei forum o blog fotografici e che tenta di darne risposta nel modo più generale, così che possa essere tecnicamente utile.

Presso i forum e gli ambienti che parlano di fotografia digitale va molto di moda la richiesta del “crop” di una immagine onde chiarire la qualità d’immagine raggiunta da una certa accoppiata obiettivo/corpo macchina in certe condizioni. Il post di una fotografia viene a volte accompagnato da commenti come “è un crop” o da domande “quanto è croppata?” (tralasciamo ulteriori commenti sull’imbarbarimento della lingua), commenti spesso seguiti da un numero (usualmente in forma percentuale) di ignota origine. Cosa significhi quel numero, come sempre, dipende dalla definizione che si dà a quel numero, e dato che lo scopo è prettamente utilitaristico è sufficiente chiarire in breve come lo si sia dedotto.

Leggi tutto…

Categorie:Ph.oto Tag:, ,

La Ph.oto e la graPh.ia

novembre 13, 2009 2 commenti

Luana-CamerinoThere are two kinds of light — the glow that illumines, and the glare that obscures.

– James Thurber –

La luce è il fondamento della fotografia e spesso è il grande trascurato da molti fotografi, specialmente quelli costretti alle luci naturali o d’ambiente, occupati ad affrontare i mille altri problemi che gli pone la fotografia. Trattare e scegliere come catturare la luce può far la differenza più di un obiettivo blasonato o un sensore/pellicola eccellenti: spesso la foto è ben più importante della grafia per una buona fotografia. Leggi tutto…

Categorie:Ph.oto Tag:, ,

Ph.ake

ottobre 28, 2009 Lascia un commento

Inauguriamo anche la sezione Ph.ysics con un argomento che mi sta molto a cuore: le meccaniche sociali della Scienza.
Sì, perchè la scienza è innanzitutto voglia di conoscere ed estetica che determinano cultura, è formata dalla tecnica e sfocia nella tecnologia, tuttavia c’è un’altra componente ignota ai più: la scienza è, addirittura a monte di tutto questo, la comunità che la compone.
Le meccaniche che determinano la scienza come bene culturale e che ne garantiscono l’efficacia tecnologica sono innanzitutto sociali essendo tali tematiche a decidere, a monte, in cosa investire denaro ed energie.

Leggi tutto…

Ph.oto e Tecnica

ottobre 27, 2009 5 commenti

Ph.oto parla di fotografia e cinematografia (che poi, in fondo in fondo, sono la stessa cosa).
Essi sono due mezzi artistici abbastanza tecnici, se confrontati con la pittura, la scultura e altre mezzi artistici visuali e non.
Attenzione al termine “mezzo artistico”, ci tengo: è innanzitutto il contenuto che fa l’arte, non il mezzo! “Behind the Gare St. Lazare” di HCB è arte, la fotografia non lo è, come non è l’affresco ma la Cappella Sistina è una gran bella opera d’Arte.

La tecnica fotografica è complicata e sfaccettata, scrivere (grafia) con la luce (foto) è un affare complesso. Tale luce va sostanzialmente convogliata, utilizzando un sistema ottico, in un Leggi tutto…