Archivio

Archive for febbraio 2010

Ecosia

febbraio 17, 2010 Lascia un commento

Ecosia è un motore di ricerca sponsorizzato da Yahoo!, Bing e dal WWF. Fondamentalmente una grossa parte dei loro introiti pubblicitari (loro sostengono ben l’80%) viene donato al WWF e investito per proteggere e reinverdire la foresta pluviale. La visione che sta dietro al progetto è la considerazione che ogni ricerca necessita di server che richiedono energia, questa energia genererà un quantitativo di CO2 (anidride carbonica) scatenando di conseguenza i ben noti effetti negativi. Proteggendo le foreste con gli introiti degli sponsored ads si controbilancia il costo in anidride carbonica dato che gli alberi, per via della fotosintesi, riciclano l’anidride carbonica in ossigeno.

Continua su Phme.it…

Annunci
Categorie:Ph.Me

Ph.AQ: Diffrazione e Megapixel

febbraio 15, 2010 Lascia un commento

Innanzitutto chiariamo cosa sia: il fenomeno della diffrazione consiste in una dispersione di un’onda che avviene quando essa attraversa un’ostacolo, come una strozzatura o un cambio di materiale. Ad esempio l’arcobaleno è dovuto raggi solari che vengono deflessi a causa delle gocce d’acqua piovana a diversi angoli a seconda della lunghezza d’onda, formando la familiare sequenza di colori, e per lo stesso si osserva l’arcobaleno che riflettono i CD se messi in controluce. Non solo la luce subisce questo effetto, qualsiasi onda comprese le onde del mare o quelle sonore.

Innanzitutto chiariamo cosa sia: il fenomeno della diffrazione consiste in una dispersione di un’onda che avviene quando essa attraversa un’ostacolo, come una strozzatura o un cambio di materiale. Ad esempio l’arcobaleno è dovuto raggi solari che vengono deflessi a causa delle gocce d’acqua piovana a diversi angoli a seconda della lunghezza d’onda, formando la familiare sequenza di colori, e per lo stesso si osserva l’arcobaleno che riflettono i CD se messi in controluce. Non solo la luce subisce questo effetto, qualsiasi onda comprese le onde del mare o quelle sonore.

Continua su phme.it…

Perchè usiamo gli acceleratori?

febbraio 4, 2010 Lascia un commento

Interno dell'acceleratore lineare del GSI

Sto notando che, sebbene ci sia entusiasmo per le vicissitudini di LHC e di altre macchine simili, molti non hanno una vera percezione del perchè agli scienziati servano questi oggettini grossi, costosi e fichissimi. Questo porta nel migliore dei casi a un laissez faire “sapranno cosa fanno” , nel peggiore a una immotivata ostilità nei confronti della “Big Science”.

La situazione è questa: il nucleo atomico è un oggetto piccolo. 10 mila volte più piccolo degli atomi, che sono le dimensioni a cui può investigare la luce e quindi i mezzi “standard” di cui possiamo dotarci per investigare in modo diretto. Cercare di capire la natura del nucleo atomico e dei suoi componenti quindi è come cercare di capire il funzionamento di una automobile, senza però potersi avvicinare più di 200m.

continua su phme.it

Categorie:Ph.Me

Ph.Forum

febbraio 3, 2010 Lascia un commento

Da oggi Ph.Me diventa anche vostro. Molte novità arricchiranno il blog da oggi: la più evidente è il banner in cima alla pagina, che personalizza finalmente questo angolo di web, cortesia di Adark.

Su Ph.Forum potrete commentare articoli e attualità, fare domande e proposte, aprire nuovi thread alimentando quella che (spero) sarà una community rigogliosa di idee e opinioni. Al momento è divisa in tre sezioni (così come il Blog):

…Continua su phme.it

Categorie:Ph.Me