Archivio

Archive for gennaio 2010

gennaio 26, 2010 Lascia un commento

Pescatore - Porto Cesareo (LE)

Tragedy of the Commons è il titolo di un articolo pubblicato su Science del 1968. Esso descrive come il “problema della popolazione (e delle sue risorse ndR) non può essere risolto in modo tecnico nè più nè meno di come non sia possibile vincere una partita di tris”. Tendenzialmente la condivisione di un bene fra diverse entità che lo sfruttano determina la sua inesorabile, senza rimorso, tragedia.

Fondamentalmente la questione è semplice: immaginate un lago con dei pesci ed un piccolo villaggio di pescatori. Un tempo l’attività di pesca era in quantità tale da non minacciare la fauna locale ma con l’aumentare delle tecnologie e quindi del pescato il lago si stava spopolando. I pescatori del lago fondano un consorzio in cui si dividono le spese di depurazione, di eventuale ripopolazione…etc… del lago, lasciando quindi libero lo sfruttamento dello stesso.

Ogni pescatore quindi sa che per ogni pesce che pescherà oltre al limite di sostentamento del lago poi la collettività dovrà pagarne le spese, ma il vantaggio che ricaverà vendendo il pesce sarà individuale. E quindi singolarmente ha un vantaggio a pescare senza tregua più pesci possibili nonostante si sia istituito un consorzio per garantire la sanità dell’ambiente lacustre.

Continua su phme.it

Annunci
Categorie:Ph.Me

Body Scanner e rischi per la salute. Ne vale la pena?

gennaio 11, 2010 Lascia un commento

Fotografia e scansione a onde millimetriche di un manichino

Il rischio terrorismo ha costretto la società occidentale a rivalutare le misure di sicurezza in luoghi sensibili, aereoporti in primis. A seguito di ogni nuovo attacco o minaccia si sono istituiti nuovi controlli in modo di assottigliare il rischio. Successivamente a un recente attacco fortunatamente sventato da parte di un terrorista nigeriano, dotato di esplosivo cucito nelle mutande, si è ventilata l’ipotesi di ricorrere all’utilizzo dei cosiddetti “Body Scanner”.

Innanzitutto è necessario fare una premessa: mentre i media parlano indiscriminatamente di “Body Scanner” ne esistono invece di diversi tipi, sostanzialmente divisi in due categorie, a seconda dello strumento di indagine che utilizzano per “mettere a nudo” i passeggeri.

1- Scanner ad onde T o millimetriche.

2- Scanner a raggi X di backscattering (rinculo).

…Continua su phme.it

Categorie:Ph.Me

Ph.AQ: Compatte, Reflex e Bridge. Informazioni di Base.

gennaio 10, 2010 Lascia un commento

Una delle macrodistinzioni possibili nel mondo dell’attrezzatura fotografica è fra macchine che hanno una lente non intercambiabile e macchine che invece sono parte di un “sistema”, ovvero sono dotate di un parco ottiche intercambiabili e accessori dedicati. Come spesso accade gruppi particolarmente rappresentativi vengono identificati nell’immaginario collettivo con le categorie più ampie, e quindi le macchine fotografiche senza ottiche intercambiabili vengono chiamate “Compatte” (pur essendo spesso ingombranti) e quelle facente parte di un sistema “Reflex”.

Continua su phme.it

Categorie:Ph.Me

Reflex, consigli per gli Acquisti

gennaio 5, 2010 Lascia un commento

No, non sto parlando di pubblicità, tutto il contrario. In anni di forum le domande sono sempre le stesse, e quasi sempre senza senso: “Quale Reflex conviene?”, “Canon …D o Nikon D…?”, “Quale obiettivo dopo il …?” e via di questa risma.

Al quale seguono sempre le solite risposte secche dei proprietari delle rispettive macchine o obiettivi “prendi la mia”, cut and paste del catalogo dei migliori negozi con relative analisi di mercato, divagazioni OT su come la marca … sia assolutamente migliore o abbia l’ammiraglia più figa del momento quindi tutto il corredo deve essere pesato in funzione dell’anelito irraggiungibile. Cercherò quindi di racchiudere un paio di consigli che dal basso della mia esperienza ritengo possano essere utili a chi si accinge a compiere un passo verso la fotografia Reflex. Non ho la pretesa di stilare una vera e propria guida, (magari in futuro a seguito di edit e/o articoli ancillare) ma vorrei inquadrare l’acquisto in modo meno consumistico e più consapevole, così da guardare nella direzione giusta e soprattutto porre migliori domande per poter ricevere consigli utili e non il solito sterile catalogo di specifiche dei best-seller.

continua su phme.it

Categorie:Ph.Me

Per metterci un po’ in Ph.rospettiva

gennaio 2, 2010 Lascia un commento

“Relatività e Spaziotempo” potrebbe essere un buon sottotitolo.

Un video segnalatomi da mio padre, realizzato dall’American Museum of Natural History, per pubblicizzare la mostra From the Milky Ocean to an Evolving Universe al Rubin di Manhattan.

Come Spiegato nel trafiletto di youtube ogni satellite, pianeta, stella, galassia è riprodotta nella corretta scala e nella corretta posizione per quanto le attuali conoscenze di astrofisica ci permettano di determinare, grazie a una curata ed aggiornata mappa quadridimensionale dell’universo.

Continua su phme.it

Categorie:Ph.ysics

2010: Phme.it

gennaio 1, 2010 Lascia un commento

Buon anno a tutti e auguri per un ottimo 2010.

Questo sito ringrazia il 2009 (e voi) per aver superato la soglia delle 1000 visite e il nuovo sito si augura di farne molte molte di più nel 2010. Quindi aggiornate i preferiti su http://www.phme.it, i prossimi articoli verranno pubblicati lì (con una preview qui).

Grazie e a presto!

Categorie:Ph.Me